Domenico Sancilio (Evotech Srl): il Salone del Mobile e le innovazioni hi-tech


Sancilio Molfetta - Salone del Mobile Milano 2022

«La visita al Salone del Mobile 2022 di Milano, in particolare al Workplace3.0, ci ha permesso di conoscere e comprendere i futuri e necessari cambiamenti degli spazi lavorativi, strettamente legati ai caratteri di design e tecnologia per la progettazione dello spazio. È stato per me un momento di arricchimento personale, ma anche di elaborazione di stimolanti idee di sviluppo in grado di rispondere al cambiamento e alle esigenze di mercato - afferma Domenico Sancilio, CEO della Sancilio Evotech Srl di Molfetta -. Con Evotech, infatti, vogliamo esplorare inedite modalità, forme e soluzioni per gli ambienti di lavoro “del futuro”, in cui fattore umano e tecnologie intelligenti ricoprono un ruolo cruciale».


Sancilio Molfetta - Salone del Mobile Milano 2022

Design, innovazione e sostenibilità sono le tre parole chiave di questo evento, dopo i due anni di restrizioni causate dal Covid-19. «In merito agli sviluppi più tecnologici, sono stato colpito dai volumi motorizzati o comunque mobili, dai piani che si spostano sull’asse verticale, per modificare il piano di lavoro anche con la sola pressione di un tasto - ha aggiunto Domenico Sancilio -. Altro progetto davvero interessate è l’Home health & Hi-Tech, che non solo sviluppa la cultura del vivere in spazi salubri, ma permette anche di conoscere le possibili soluzioni per prevenire e combattere i nemici invisibili che possono incidere sulla salute dell’uomo».


In effetti, già da tempo Evotech propone «idee di arredo e progettazione basate sulla salubrità e sul benessere in ufficio come presupposti per aumentare la produttività. Basti pensare all’incremento delle richieste per la creazione di Acustic Room, sistemi fonoassorbenti e nuove soluzioni di arredo - conclude Domenico Sancilio -. Insomma, il futuro sarà sempre più ibridato tra esperienze fisiche e digitali, gli ambienti di lavoro dovranno ispirarsi ai concetti di flessibilità, smart working e e-learning. Per questo motivo, continueremo a lavorare e a concentrarci su soluzioni di arredo e progetti di space planning in grado di ridisegnare gli ambienti, rispondendo ai nuovi bisogni di spazio e flessibilità».